PcPrimiPassi.it - informatica facile per tutti, home page
PcPrimiPassi.it - informatica facile per tutti, home page
sezioniGuide e Tutorial
icona sondaggi Sondaggi
Saresti interessato/a ad un nostro ebook sull' informatica per neofiti contenente i più importanti articoli del sito raggruppati in un unico documento ?

Si, lo comprerei in ogni caso !
20%
Solo ad un prezzo entro i 7 €
20%
Solo se gratuito
40%
No, non mi interessa
20%
newsletter Newsletter

Iscriviti ora !!!

Rimani aggiornato ricevendo le nostre Newsletter di aggiornamento periodico.

Non perderti nessuno dei nostri contenuti!

Iscriviti alle Newsletters di aggiornamento periodico.

dizionario Dizionario tecnico
Cerca un termine

Alcuni termini informatici estratti in modo casuale
freccia modulo
freccia sito
freccia signature
freccia plug-in
freccia smishing
freccia plug in
freccia wikipedia
freccia writable
freccia hardware
freccia lan
affiliati Siti affiliati


Articoli, guide e tutorial
software

Come scegliere il miglior monitor per il computer


Guida sezione Recensione prodotti

Il monitor è uno dei componenti più importanti di una postazione computer in quanto lo sfrutterai per molto tempo ed è responsabile dell'affaticamento dei tuoi occhi; ecco come scegliere quello migliore per le tue esigenze.

freccia Data di pubblicazione: 25/01/2021
freccia Sezione: Recensione prodotti
freccia Difficoltà: MINIMA
freccia Compatibilità: Indipendente dal sistema opertivo



Come scegliere il miglior monitor per il computer




Ciao, se stai leggendo questa guida forse ti sei finalmente deciso a cambiare il tuo vecchio monitor in favore di uno nuovo e tecnologicamente più avanzato... è cosi ? Se la riposta è si sei giunto nel posto giusto, ma mettiti comodo perché l'argomento per quanto venga spesso ritenuto banale è tutt'altro che scontato e ci sarà bisogno di parlare di diversi concetti chiave che ti porteranno alla tua scelta finale, ovviamente in base a quelle che sono le tue esigenze.

E' importante scegliere il monitor giusto in quanto le ore che passerai a guardarlo saranno cosi tante ma cosi tante che è bene tu faccia un pensierino alla salute dei tuoi occhi.
Già ... è uno degli aspetti più importanti per cui dovresti cambiare il tuo vecchio monitor e comprarne uno moderno scelto con criterio sulla base di quella che è la tua attività, che sia di solo intrattenimento o di tipo professionale.

In questa guida ti parlerò di tecnologie caratteristiche e proprietà nonché di sigle e numeri... ma non temere, sebbene i concetti siano molti si tratta comunque di una valutazione facile da fare, così quando la prossima volta passerai davanti ad uno scaffale di monitors del megastore della tua città saprai comprenderne meglio le differenze.

Iniziamo la guida !



Tecnologia LCD e LED:


Una prima classificazione può essere fatta sulla base delle caratteristiche tecniche dello schermo, attualmente principalmente due ovvero LCD (Liquid Crystal Display) o LED (Light Emitting Diode).

Entrambe le tecnologie sfruttano le capacità di materiali semiconduttori di produrre fotoni (e quindi luce) quando attraversati da corrente elettrica.
Tutti i monitor possiedono la tecnologia LCD, ciò che cambia è la “retroilluminazione” che può essere a LED, la quale è sempre un tipo di LCD che sfrutta una retroilluminazione con led anzichè con lampade fluorescenti... questa è la differenza.

I LED sono in genere più efficienti e durano più a lungo nonché risultano più precisi in quanto ogni singolo led può essere comandato singolarmente dal sistema di controllo.

Tra i LED ci sono poi delle ulteriori suddivisioni da fare che interessano più il comparto TV ma già che siamo qui ritengo importante che tu le conosca anche se questo significa fare una piccola divagazione:

  • OLED (Organic Light Emitting Diode): questa tecnologia utilizza una sottile pellicola di carbonio posizionata tra due conduttori che emette luce propria quando attraversata da una corrente elettrica. Considerando che i pixels emettono luce propria, quando viene riprodotto il colore nero questi sono completamente spenti. Ciò evita la persistente retroilluminazione tipica degli schermi LCD anche sul colore nero, permettendo di ottenere neri realistici e contrasti molto elevati nonché velocità di aggiornamento molto alte. Un TV OLED trasmette la sensazione di vivere un’esperienza visiva unica e speciale. OLED è disponibile dai 55 pollici in su e costa generalmente di più del QLED. I diodi organici a emissione di luce (OLED) sono una forma avanzata di illuminazione a LED presente in alcuni monitor. La maggior parte dei televisori e dei monitors OLED ha angoli di visione e qualità dei colori eccellenti. I monitor e i TV OLED possono inoltre utilizzare la programmazione High Dynamic Range (HDR) a causa del livello più elevato di luminosità e precisione del colore. Ma tutto questo ha un costo tra cui quello del consumo energetico; uno schermo OLED consuma più energia rispetto ad altri schermi retroilluminati a LED e schermi LCD standard.
  • QLED (Quantum Dot LED): il QLED sembra essere stato un’intelligente mossa commerciale più che una vera e propria tecnologia TV. La tecnologia QLED utilizza la retroilluminazione LCD con un filtro colorato chiamato “quantum dot” posto davanti. La presenza della retroilluminazione LCD nel QLED fa si che questi TV non possano essere sottili quanto i TV OLED.
Sostanzialmente potremo dire che la tecnologia QLED è un’evoluzione della già esistente tecnologia LCD, mentre l’OLED è un qualcosa di completamente nuovo.
Nonostante non sia una tecnologia innovativa e in molti stiano puntando su OLED, la tecnologia QLED non è da buttare via ed ha anzi i suoi pregi.

LG, Sony, Panasonic, Philips, Huawei utilizzano la tecnologia OLED mentre Samsung, Hisense e TCL hanno scelto la strada del QLED...




Monitor IPS, TN e VA:


Dopo aver spiegato brevemente cosa si intende per “schermo LCD”, occorre fare un’ulteriore distinzione.
Infatti non tutti gli schermi LCD sono uguali, ma si distinguono, in base al tipo di pannello utilizzato, in monitor Ips, Tn e Va.

  • IPS: acronimo di “In-Plane Switching” hanno come peculiarità quella di fornire ampi angoli di visuale e una elevata qualità dei colori. Trattasi di cristalli liquidi paralleli ai pannelli. I tablets e gli smartphones prediligono la tecnologia IPS perché è la migliore per la riproduzione di foto e video.
  • TN: in esteso “Twisted Nematic”  venne sviluppato a partire dalla fine degli anni 80, quindi si tratta di una tecnologia più vecchia e obsoleta rispetto a quella Ips, rispetto ai quali sono limitati dal punto di vista dell’angolo di visione e dei colori che risultano di qualità inferiore.  
  • VA: acronimo di “Vertical Alignment” rappresentano la via di mezzo tra i modelli IPS e TN e presentano sia un discreto angolo di visione che un buon contrasto visivo anche se i colori sono riprodotti in modo non impeccabile.



La risoluzione e le dimensioni del monitor, fattori fondamentali per la qualità:


La risoluzione è una grandezza che indica il livello di nitidezza di un’immagine e si riferisce al numero di pixels massimo (la più piccola parte visibile di un monitor) rappresentabile.
La risoluzione viene indicata tramite due valori che rappresentano il numero di pixels in orizzontale in rapporto al numero di pixels in verticale; la moltiplicazione di questi valori da come risultato il numero di pixels totali rappresentabili che costituiranno il dettaglio delle immagini.
Inutile dirti che più la risoluzione è elevata maggiore sarà la qualità dell’immagine; a tal proposito ecco un elenco delle risoluzioni che vanno per la maggiore al momento della scrittura di questa guida:
      
  • Monitor Full HD: possiedono una risoluzione di 1920 x 1080 pixel o 1080p (si legge 1080 punti), ideale per le attività di gioco. Per godere di questa tipologia di risoluzione si consiglia uno schermo di dimensioni comprese tra 21 e i 27 pollici, così da non creare problemi agli occhi. Questa tipologia di prodotto generalmente si trova sul mercato a buon prezzo.
  • Monitor WQHD 2K: possiedono una risoluzione di 2560 x 1440 o 1440p e sono consigliati per lavori di grafica su immagini e video. Anche in questo caso vi è una dimensione standard che andrebbe rispettata, cioè dai 27 pollici in su.
  • Monitor 4K: conosciuti come schermi “ultra HD” possiedono una risoluzione di 3840 × 2160 pixel o 2160p e si rivelano un prodotto ideale sia per attività lavorative di grafica che per giocare. Ricorda che uno schermo 4K deve essere sempre associato ad un computer dotato di un processore e di una scheda video di un certo livello, pena l'impossibilità di sfruttarne appieno le caratteristiche del monitor. Le dimensioni consigliate per questo tipo di prodotto devono partire da almeno 28 pollici.
    
Come avrai capito quindi la risoluzione è un fattore fondamentale da tenere presente; le maggiori risoluzioni disponibili si hanno sui monitors più grandi e costosi, la dove può avere un senso rappresentare più pixels in totale.


           
          



Display opaco, lucido:


Anche il display del monitor del Pc può avere caratteristiche visive diverse e può essere opaco o lucido.

Un display opaco è ideale contro i riflessi, uno lucido ha colori più vividi anche se presenta sicuramente qualche problema in più con i riflessi.
Costruttivamente i due schermi sono simili; su quelli opachi viene però apposta una sorta di pellicola, non totalmente trasparente, con funzione anti-riflesso.
La conseguenza di questa pellicola è che l’immagine risulterà meno nitida, soprattutto nelle colorazioni più chiare. Vi sarà appunto un effetto opaco, un contrasto minore e una riduzione dell’angolo di visione.



Dimensioni dello schermo:


La dimensione di uno schermo si misura tramite la diagonale dell'area interna (escludendo la cornice) e viene espressa in pollici, dove 1 pollice = 2,54 cm.

Il mio personalissimo consiglio per una postazione computer classica è di prendere monitors belli grandi di almeno 24-27 pollici che ormai si trovano a prezzi più che accessibili. Oltre a goderne per la qualità visiva ne trarranno beneficio i tuoi occhi in quanto tutto risulterà più grande con conseguente minore affaticamento visivo.



Pannelli curvi, che differenza c'è ?


I pannelli curvi hanno un costo leggermente maggiore rispetto agli altri schermi pc, ma sono in grado di rendere le immagini più coinvolgenti e profonde, offrendo una visuale piacevole.
Si potrebbe dire che per una postazione PC da lavoro serve a ben poco ma se si tratta di una postazione casalinga dalla quale magari guardi anche qualche film potrebbe essere interessante provarne uno prima di decidere... magari anche semplicemente recandoti in un negozio e vedere coi tuoi occhi come ne risulta l'immagine.


La guida continua nella seconda parte... clicca sulla pagina numero 2 per leggere le latre sezioni dell'articolo tra cui:

  • Le conseguenze di un account violato

  • Come sapere se il tuo account è stato violato


Altre pagine



commenti alla guida
Commenti a questa guida

Inserisci il tuo commento
(Non serve la registrazione, solo la tua email per confermare il commento!)


Utente:
(questo dato rimane privato e criptato sul database)
Email:
(questo dato rimane privato e criptato sul database)
Commento:


CODICE DI VERIFICA:

Scrivi il risultato della seguente operazione in base al valore dei due dadi:

+


RISULTATO:


Informativa sulla privacy


Ho letto l’informativa Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

I dati personali richiesti (indirizzo email, nominativo) sono criptati sul database e saranno utilizzati unicamente per poter visualizzare il tuo commento e rispondere al messaggio in maniera cortese e non saranno diffusi o comunicati a terzi.

L'indirizzo IP di chi commenta viene criptato e memorizzato al solo fine di tracciare l'avvenuto consenso espresso.
Ricorda di non inviare dati sensibili nel messaggio!!!

ACCONSENTO



Presenti 0 commenti

Mostra altri commenti


cerca Cerca nel sito
Cerca in:
In base a:
cerca Forum discussione
sostienici Sostienici !
condividi Social Network
Seguici sui social network
Segui PcPrimiPassi sui social network Segui PcPrimiPassi.it su Facebook Segui PcPrimiPassi.it su Twitter Segui PcPrimiPassi.it su YouTube
faq Domande frequenti
download Ultimi Download


Tipi di files Tipi di files su Windows
team Team & Contatti
sviluppo Sviluppo
Versione 5.4 Sviluppata da Stefano Ravagni