PcPrimiPassi.it, portale di informatica per neofiti del computer, home page
PcPrimiPassi.it, portale di informatica per neofiti del computer, home page
sezioniGuide e Tutorial
icona sondaggi Sondaggi
Ti piacerebbe se ti proponessimo delle recensioni di prodotti di informatica ?

Si, leggerei volentieri le recensioni!
71%
Si è un'idea interessante
18%
Non so, dipende dai prodotti
6%
No, non mi fido delle recensioni!
6%
newsletter Newsletter

Iscriviti ora !!!

Rimani aggiornato ricevendo le nostre Newsletter di aggiornamento periodico. <br><b>ISCRIVITI ORA!</b>

Rimani aggiornato ricevendo le nostre Newsletter di aggiornamento periodico.
ISCRIVITI ORA!

dizionario Dizionario tecnico
Cerca un termine
affiliati Siti affiliati
Articoli, guide e tutorial
software

Backup del sistema con Macrium Reflect Free Edition


Salvare il sistema operativo e ripristinarlo in qualunque momento con pochi semplici click escludendo cosi gli effetti di corruzioni del registro, infezioni da virus e malware, malfunzionamenti di ogni sorta è possibile....Vediamo come farlo con Macrium Reflect edizione gratuita.

freccia Data di pubblicazione: Dato non disponibile
freccia Sezione: Guide softwares
freccia Difficoltà: Minima
freccia Compatibilità: XP, Vista, Windows 7 (32 e 64 Bit)



Backup del sistema con Macrium Reflect Free Edition

seconda parte:


Creare l'immagine della partizione del sistema operativo:

Creiamo adesso l'immagine a scopo di backup della sola partizione contenente il sistema operativo Windows, in modo da ripristinarla un giorno in cui avremo problemi o semplicemente vorremo tornare ad avere una situazione perfettamente pulita e funzionante, esente da virus e misconfigurazioni.

Per fare cio', selezioniamo solamente la partizione che ci interessa (generalmente la partizione del sistema operativo è la C:), quindi assicurandoci che il flag sia selezionato, clicchiamo sul menu ACTIONS che compare e successivamente sulla voce IMAGE THIS PARTITION ONLY come mostrato nel successivo screenshot.

Creazione immagine di sistema

Notate dall'immagine dello screenshot come tutti i flag relativi agli altri dischi o alle altre partizioni siano deselezionati, potendo cosi agire sulla singola partizione di nostro interesse.

Macrium ci porta ora in una schermata riepilogativa delle azioni che verranno intraprese per la creazione dell'immagine...

Riepilogo creazione immagine

In alto sotto la voce SOURCE sono riportai i dischi e le partizioni interessate alle operazioni, dove si vede chiaramente che una sola partizione farà parte della futura immagine creata.

Nello spazio sottostante identificato dalla voce DESTINATION, vediamo cerchiata in rosso la cartella di destinazione.... di default viene indicata una posizione scelta da Macrium Reflect che però può essere cambiata a piacere scegliendo una cartella nei nostri dischi dove vi sia sufficiente spazio. Se non si modifica la destinazione, l'impostazione di default viene presa per buona; nel caso la cartella non fosse presente viene chiesto all'utente crearla tramite la pressione del bottone CREATE FOLDER come nel seguente screenshot.

Creazione cartella di destinazione

E' possibile notare che scegliendo la seconda opzione, l'immagine sarà direttamente masterizzata su supporto CD/DVD ROM... se abilitiamo questa opzione, che può anche essere molto comoda, dovremo indicare al software il masterizzatore da usare (di solito già preselezionato).

Le restanti voci vanno lasciate cosi come sono perchè concorrono semplicemente alla costruzione del nome finale del file immagine (nel caso abbiamo scelto di salvare l'immagine e non di masterizzarla).

Il file immagine finale avrà
estensione "mrimg" e tale dovrà rimanere, quindi dovrete avere un file con un nome del tipo "MiaImmagine.mrimg"... quello è il file immagine da utilizzare !

Il flag USE THE IMAGE ID AS THE FILE NAME significa "usa l'identificativo automatico dell'immagine come nome del file"; selezionare questo flag avrà come conseguenza un nome del file un po strano, come quello del prossimo screenshot dove il file si chiama "{IMAGEID}-00-00.mrimg" ... se preferiamo possiamo togliere la spunta a questo flag ed indicare un nome a nostra scelta per avere un nominativo di file più intuitivo.

Quando abbiamo scelto destinazione e metodo di creazione della nostra immagine di backup, clicchiamo su NEXT e ci troveremo alla schermata riepilogativa finale.

Riepilogo backup Macrium Reflect

Come vediamo è il riepilogo completo e finale.

In basso a sinistra è disponibile un bottone per le opzioni avanzate chiamato ADVANCED OPTION... diamogli un rapido sguardo...

Macrium Reflect opzioni avanzate compressione

Tra le opzioni avanzate troviamo come prima voce la compressione utilizzata....
Consiglio di lasciare le impostazioni di base in quanto è preselezionato il livello di compressione MEDIO; consiglio di lasciare inalterata anche la voce Intelligent sector copy, in modo da utilizzare solamente i settori usati dal file system.

Altra voce selezionabile è FILE SIZE

opzioni avanzate Macrium Reflect file size

Questa opzione permette di decidere il taglio di dimensione dell'immagine finale.... lasciando l'opzione preselezionata AUTOMATIC sarà il sistema a prendere la scelta migliore... scegliendo la seconda opzione è invece possibile specificare il taglio massimo in MB dei files finali.... impostando quindi ad esemoio 680 MB che rappresenta la dimensione massima standard di un normale CDROM, verranno creati tanti files sequenziali da 680 MB fino al raggiungimento della dimensione finale...
Questo permetterà all'utente che non dispone di un masterizzatore DVD di mettere le copie su normali CD.

Le altre due opzioni non sono molto importanti per cui le descriveremo solamente:
  • Comments: permette di scrivere dei commenti all'immagine creata...utile per ricordarsi in che momento è stata fatta, quali erano le condizioni del pc etc etc)
  • Shutdown: permette di spegnere il pc al termine della procedura di creazione dell'immagine.
Una volta che abbiamo scelto le varie opzioni non ci resta che terminare le operazioni.

Clicchiamo sul bottone FINISH per dare il via alla creazione dell'immagine nel percorso specificato (o alla eventuale masterizzazione su supporto ottico).

La creazione dell'immagine impiegherà un po di tempo che dipende dalla grandezza della partizione scelta.

Ovviamente possiamo scegliere la partizione che vogliamo, più partizioni o un intero disco....

Nella terza parte di questa guida vediamo come ripristinare l'immagine creata per riportare il sistema alle condizioni che avevamo il giorno della creazione dell'immagine di backup.

Altre pagine




Commenti a questa guida

Inserisci il tuo commento
(Non serve la registrazione, solo la tua email per confermare il commento!)


Utente:
Email:
(questo dato rimane privato e criptato sul database)
Commento:


CODICE DI VERIFICA:

Scrivi il risultato della seguente operazione in base al valore dei due dadi:

+


RISULTATO:


Informativa sulla privacy


Ho letto l’informativa Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

I dati personali richiesti (indirizzo email, nominativo) saranno utilizzati unicamente per poter visualizzare il tuo commento e rispondere al messaggio in maniera cortese e non saranno diffusi o comunicati a terzi.

L'indirizzo IP di chi commenta viene memorizzato al solo fine di tracciare l'avvenuto consenso espresso. Ricorda di non inviare dati sensibili nel messaggio!!!

ACCONSENTO



Presenti 12 commenti

Mostra tutti i commenti presenti

Utente: Brunello Martini - data: 21/09/2017 08:32:43
Commento: utilizzo Macrium reflect da diversi anni con mia piena soddisfazione.Trovo questa guida molto chiara ed esauriente.7

Utente: Raven - data: 21/09/2017 09:17:39
Commento: Grazie per il tuo pensiero Brunello ci fa molto piacere!

Utente: Paolo - data: 11/03/2018 15:56:12
Commento: Una splendida guida. Davvero complimenti

Utente: raven - data: 11/03/2018 19:01:22
Commento: Grazie Paolo.... la guida riguarda una versione un po vecchia ma i principi sono gli stessi.

Utente: Alfredo Mangia - data: 17/12/2018 03:27:52
Commento: Siete semplicemente fantastici.Grazie

Utente: Raven - data: 17/12/2018 11:34:37
Commento: Grazie infinite Alfredo , il tuo commento ci dà la forza per andare avanti!

Utente: Vittorio - data: 12/10/2019 11:30:39
Commento: Complimenti per la guida davvero utile ed interessante, ma soprattutto chiara.
Vorrei chiederti qualcosa sull'ultima parte della guida dove si parla di ripristinare il pc senza avere il sistema operativo.

1) la procedura di creazione del Rescue Media, può avvenire solo su DVD? cioè il linux può essere caricato anche su un pen usb?

2) una volta creata questo supporto bootable, mi compariranno delle schermate che mi guideranno per il ripristino? o devo far partire qualcosa in ambiente linux?

quando si ha un pc pre-assemblato per esempio HP, Acer...ci più partizioni su un unico disco.
3) Creo un'immagine con Macrium di tutte e tre le partizioni? o solo della partizioni C?
4) con questa procedura di ripristino veloce, quando arrivo a dover scegliere dove ripristinare il tutto, che partizione scelgo?

Utente: raven - data: 12/10/2019 19:05:34
Commento: Viao Vittorio,
grazie per i complimenti sempre molto apprezzati!
Invitiamo a fare il rescue disk su un DVD perchè è il mezzo meno costoso con il quale archiviare grandi quantità di dati ma considera che asseconda di quello che vai a copiare (quante partizioni, quanto è grande il disco etc etc) potresti necessitare anche di diversi DVD.

In ogni caso puoi fare il rescue disk anche su una unità USB.

Una volta creato il disco di ripristino lo avvii direttamente durante l'accensione del sistema (quindi che sia DVD o USB basta che fai partire l'unità corretta) e presenterà un ambiente autonomo .. Consigliamo, come scritto nella guida, di creare un ambiente con base Linux (hai la facoltà di scegliere)...

Mi permetto di farti osservare, giacchè è ricapitato e visto che la domanda mi fa porre il dubbio, che la guida è divisa in 3 pagine... non vorrei che ne avesti letta sola una ... alla fine di ogni parte c'è un paginatore...se clicchi su pagina 2 e poi 3 trovi anche le indicazioni che ti ho appena dato.

Per qualsiasi necessità non esitare a ricontattarci o usare il forum gratuito di assistenza ok ?
Facci sapere!

Utente: Vittorio - data: 12/10/2019 19:45:45
Commento: Ciao Raven
devo ammettere che il paragrafo partizioni, per mia superficialità non l'ho letto , mi sono detto ,so cosa sono le partizioni, e non l'ho letto, non immaginavo di trovare i consigli su cosa fare. Colpa mia.
Però avevo letto tutto il resto, e mi ha colpito per la chiarezza . Ancora complimenti , anche per questo paragrafo.

Andando alle risposte che mi hai dato.
Ti ringrazio moltissimo.

Perchè dici che la dimensione del rescue media varia a seconda di ciò che voglio copiare?


la sua dimensione non è fissa,visto che crea un supporto avviabile per poter caricare l'immagine della partizione creata con macrium ?


Ti ringrazio ancora per l'attenzione
ciao

Utente: raven - data: 13/10/2019 08:46:50
Commento: Ciao Vittorio, hai perfettamente ragione mi sono confuso con la creazione dei dischi immagine che cambiano come dimensioni in base alle partizioni selezionate mentre come dici tu il rescue disk è di dimensioni fisse anche se diverso in base alla tua scelta del sottosistema operativo da inglobare...perdona il mio errore.

Utente: Vittorio - data: 14/10/2019 12:26:48
Commento: Ok, Raven, no problem

sai se su un cd rom la rescue media con linux può andarci?

altra cosa, quando partirà Linux, con questo rescue media, partirà il SO linux e quindi mi devo cercare io, nel SO, il modo di far funzionare Macrium per caricare l'immagine della partizione voluta, oppure partirà subito una procedura che mi farà caricare l'immagine della partizione voluta?

Utente: raven - data: 14/10/2019 17:18:39
Commento: Ciao Vittorio,
nella mia esperienza ho usato un DVD ma credo possa bastare un CD... in ogni caso se lo spazio non dovesse essere sufficiente Macrium dovrebbe accorgersene o comunque ripartire con un DVD sarà una operazione veloce.

Il rescue disk lancia una ambiente completo di sistema operativo alla fine del caricamento del quale ti propone direttamente il recupero di una immagine creata con Macrium Reflect... il tutto necessita di circa 20 minuti, per cui non devi entrare nel sistema operativo e cercare manualmente.
Nella peggior situazione in cui il sistema di avvio non funzioni correttamente, sarà sempre possibile su un nuovo sistema operativo Windows installare Macrium e ripristinare una sua immagine creata... ma non sarà il tuo caso, il disco di avvio è stato pensato per evitare tutto questo.

Mostra altri commenti


cerca Cerca nel sito
Cerca in:
In base a:
sostienici Sostienici !
condividi Social Network
Seguici sui social network
Segui PcPrimiPassi sui social network Segui PcPrimiPassi.it su Facebook Segui PcPrimiPassi.it su Twitter Segui PcPrimiPassi.it su YouTube
faq Domande frequenti
download Ultimi Download
Tipi di files Tipi di files su Windows
team Team & Contatti
sviluppo Sviluppo
Versione 4.3 Developed by Stefano Ravagni