PcPrimiPassi.it, portale di informatica per neofiti del computer, home page
PcPrimiPassi.it, portale di informatica per neofiti del computer, home page
sezioniGuide e Tutorial
icona sondaggi Sondaggi
Ti piacerebbe se ti proponessimo delle recensioni di prodotti di informatica ?

Si, leggerei volentieri le recensioni!
71%
Si è un'idea interessante
18%
Non so, dipende dai prodotti
6%
No, non mi fido delle recensioni!
6%
newsletter Newsletter

Iscriviti ora !!!

Rimani aggiornato ricevendo le nostre Newsletter di aggiornamento periodico. <br><b>ISCRIVITI ORA!</b>

Rimani aggiornato ricevendo le nostre Newsletter di aggiornamento periodico.
ISCRIVITI ORA!

dizionario Dizionario tecnico
Cerca un termine
affiliati Siti affiliati
Articoli, guide e tutorial
software

Disco USB non riconosciuto, ecco cosa fare


Quando il sistema non è in grado di rilevare una penna o un disco USB possiamo tentare di risolvere il problema in diversi modi; vediamo cosa fare.

freccia Data di pubblicazione: 27/09/2020
freccia Sezione: Problemi frequenti
freccia Difficoltà: MINIMA
freccia Compatibilità: Tutti i sistemi Windows



Disco USB non riconosciuto, ecco cosa fare

Se anche a te è capitato almeno una volta di inserire una pennetta USB o un disco USB sulla apposita porta del tuo computer e notare con stupore che questi non venivano rilevati o addirittura sparivano improvvisamente, sei nel posto giusto perchè oggi in questa breve guida andremo a vedere cosa fare per risolvere questo fastidioso problema.

Le cause che portano a questo inconveniente possono essere diverse e principalmente si va a puntare il dito sulla porta difettosa o sull'unità USB stessa con problemi fisici .

Altre volte il problema è dovuto ad un file system errato o non compatibile o ancora a drivers usb non correttamente installati o che si sono danneggiati.

Vediamo quali passi affrontare per capire da cosa dipende nel tuo caso.



Individuare il problema con l'unità USB:


Prima di dare per defunta la tua unità USB, pennetta o disco esterno che sia, dovresti fare delle piccole e rapide verifiche.

Provare altre porte USB:


Il problema potrebbe essere dovuto alla singola porta, magari vecchia e molto usata, che non lavora più nel modo corretto. Ciò capita più frequentemente di quanto tu possa pensare in quanto sebbene si tratti di un ingresso molto robusto, se l'azione dello scollegamente viene fatta con movimenti bruschi e non accorti si può allentare o si possono rovinare i contatti all'interno.

Vale quindi la pena provare una delle altre porte e constatare se il problema si risolve o meno. Se sulle altre porte le unità USB funzionano allora hai trovato il problema, la porta precedente è probabilmente danneggiata, diversamente devi continuare ad indagare con il prossimo punto.


Utilizzare le porte USB 2.0:


Da diversi anni i computers sono equipaggiati con porte USB 2.0 ormai vecchie ma ancora funzionali e porte USB 3.0, più recenti e veloci.

Non tutte le unità USB supportano la modalità 3.0 per cui un tentativo da fare è provare l'unità che ti da problemi su una vecchia porta 2.0. Riconosci facilmente i due tipi di porte in quanto le 2.0 hanno la parte colorata della linguetta sulla porta di colore nero, mentre le 3.0 ce l'hanno colorata di blu/azzurro. Inoltre è presente un simbolo dell'USB diverso per le due tipologie di trasferimento dati.

Simboli USB 2.0 / 3.0

Anche in questo caso, un funzionamento sulle 2.0 e un malfunzionamento sulla 3.0 ti indica la soluzione al problema.
Ti ricordo che le periferiche USB 3.0 sono retrocompatibili con la versione 2.0 ma ovviamente se non c'è supporto per la versione 3.0 l'unità risulterà più lenta rispetto alle sue reali possibilità, mentre un'unità 2.0 su una porta 3.0 andrà comunque alla sua massima velocità, salvo come ti dicevo funzionare male in alcuni casi.


           

Riavviare il sistema operativo:


Un vecchio trucco sempre efficace quando si presentano problemi improvvisi e senza apparente motivazione sta nel riavviare il sistema operativo.
Se il drive funziona hai risolto, altrimenti prosegui al prossimo punto.


Verificare gestione dispositivi e drivers:


Può essere opportuno che tu controlli la gestione dei dispositivi per individuare conflitti di drivers o periferiche/componenti non correttamente funzionanti.

Avvia Gestione dispositivi andando sul menu Start e scrivendo il comando "devmgmt.msc" seguito da invio; su Windows 10 puoi semplicemente premere con il tasto destro sul menu Start in basso a sinistra e cliccare sulla voce Gestione dispositivi. Altra strada è andare su PANNELLO DI CONTROLLO > SISTEMA > GESTIONE DISPOSITIVI.

Nella finestra che si aprirà devi controllare se sono presenti problemi ai drivers per le porte USB, identificati nella categoria Controller USB (Universal Serial Bus).

Dispositivi con conflitti

La presenza di punti esclamativi in questa sezione indica conflitti che devono essere risolti.

Qualora ne trovassi, il modo più facile per risolvere è quello di selezionare la voce con conflitti o problemi, cliccare col tasto destro del mouse e scegliere di RIMUOVERE IL DISPOSITIVO, quindi riavviare in modo che il sistema trovi questo dispositivo come se fosse la prima volta e ne installi automaticamente i drivers corretti.

Altra via talvolta risolutiva è quella di selezionare semplicemente la voce che presenta il conflitto, premere il tasto destro del mouse e scegliere AGGIORNA DRIVERS.

In questa stessa sezione ti è possibile controllare se l'unità USB che hai collegato e che non vedi da risorse del computer viene invece qui rilevata; infatti l'ingresso di una unità USB dovrebbe immediatamente ripercuotersi sull'elenco di questa schermata.


Disabilitare la sospensione selettiva USB:


Questa modalità consente al sistema di disattivare le porte USB per risparmiare energia quando non sono utilizzate; purtroppo talvolta il sistema di riattivazione fa cilecca per cui una prova che puoi fare è disattivare questa modalità.

Per farlo vai su Pannello di controllo -> Opzioni risparmio energia, identifica il piano di alimentazione attivo al momento e clicca su Modifica impostazioni combinazione.

Modifica impostazioni risparmio energetico

Fai click su Cambia impostazioni avanzate risparmio energia.

Cambia impostazioni avanzate risparmio energia

Sulla nuova finestra espandi la voce Impostazioni USB e regola la voce Impostazione sospensione selettiva USB impostando entrambe le voci su Disattiva.

Impostazioni USB risparmio energetico

Riavvia il sistema e vedi se il problema si è risolto.


Disco o chiavetta USB che risulta connessa ma non riconosciuta su risorse del computer:


Se l'unità USB non viene riconosciuta possiamo aprire l'app Gestione Disco per verificare se Windows rileva l'unità collegata ma semplicemente non la mostra su risorse del computer come utilizzabile.

Dal menu Start sul box della ricerca o su esegui puoi digitare il comando "diskmgmt.msc" e verificare se questa è il tuo caso.

Qualora venisse individuata ma non elencata come utilizzabile è possibile che ci sia la necessità di formattare l'unità con il corretto file system.

Sempre da Gestione disco di Windows controlla se il disco mostra la scritta "spazio non allocato"; in questo caso vuol dire che non c'è una partizione formattata da poter utilizzare e pertanto ti conviene crearne subito una nuova.

Spazio non allocato gestione disco


Per farlo clicca con il tasto destro del mouse all'interno dello spazio non allocato, seleziona l'opzione Nuovo volume semplice e attraverso la procedura guidata crea una nuova partizione scegliendo di utilizzare come file system FAT32 sulle chiavette USB e NTFS sui dischi esterni USB.


Lettera unità non assegnata:


Ogni unità disco su Windows deve avere una lettera identificativa per poter essere utilizzata in quanto distingue ogni unità in modo univoco; se questa manca il risultato potrebbe essere una unità rilevata ma non utilizzabile.

Se l'unità è partizionata ma non si vede, torna nella stessa schermata vista al punto precedente e assicuriati di aver impostato una lettera di unità, in modo da potervi accedere da Windows.
Clicca col tasto destro sulla partizione del disco rimovibile e premi sulla voce Cambia lettera d'unità, quindi assegna la prima lettera dell'alfabeto libera dall'elenco e conferma.


Provare l'unità su un computer diverso:


Provare a leggere l'unità capricciosa su un computer diverso talvolta può risolvere il problema in quanto un sistema esente da problemi potrebbe far tornare visibile l'unità stessa anche su altri PC.

Meglio ancora se il computer ha un sistema operativo diverso da quello dove hai rilevato il problema... quindi cerca un computer con sistema Mac OS o addirittura LINUX, molto bravo a leggere dati da unità talvolta danneggiate non in modo irreparabile.

Per quanto riguarda Linux, è possibile provare una distribuzione Live, ovvero un sistema operativo che si avvia da DVD ROM o da chiavetta USB, liberamente scaricabile e che ti consente, senza cambiare il tuo sistema operativo, di testarne uno diverso per vedere se legge i dati all'interno della tua unità USB.

Per chi volesse maggiori info in merito lascio uno dei tanti link utili: https://www.linux.it/usb


Disco rilevato ma in modalità RAW:


L'unità USB potrebbe verire rilevata da GESTIONE DISCO come già mostrato ma presentando un file system grezzo, identificato come RAW, non è utilizzabile.

In questo caso l'unità va formattata totalmente con un file system idoneo. Puoi farlo sempre da gestione disco come già mostrato nei punti precedenti e formattando l'unità usando FAT32 per le USB Pen e NTFS per i dischi USB esterni.

Sul sito abbiamo una guida specifica in merito che ti invito a leggere:

Recuperare dati da dischi illeggibili o con file system RAW



Chiavetta o disco invisibile e forse danneggiata:


Se l'unità USB non viene proprio visualizzata nei modi indicati ai punti precedenti allora molto probabilmente è danneggiata e va sostituita.

           


Conclusioni:


In questa guida ti ho mostrato come verificare i problemi connessi alla mancata visualizzazione delle unità USB sui computer con sistema Windows.
Ho cercato di elencare la maggior parte delle casistiche ma qualcuna potrebbe essermi sfuggita... se vuoi darmi un suggerimento sarò lieto di accoglierlo ed eventualmente inserirlo nell'articolo.

Alla prossima !


Stefano Ravagni




Commenti a questa guida

Inserisci il tuo commento
(Non serve la registrazione, solo la tua email per confermare il commento!)


Utente:
Email:
(questo dato rimane privato e criptato sul database)
Commento:


CODICE DI VERIFICA:

Scrivi il risultato della seguente operazione in base al valore dei due dadi:

+


RISULTATO:


Informativa sulla privacy


Ho letto l’informativa Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

I dati personali richiesti (indirizzo email, nominativo) saranno utilizzati unicamente per poter visualizzare il tuo commento e rispondere al messaggio in maniera cortese e non saranno diffusi o comunicati a terzi.

L'indirizzo IP di chi commenta viene memorizzato al solo fine di tracciare l'avvenuto consenso espresso. Ricorda di non inviare dati sensibili nel messaggio!!!

ACCONSENTO



Presenti 0 commenti

Mostra altri commenti


cerca Cerca nel sito
Cerca in:
In base a:
sostienici Sostienici !
condividi Social Network
Seguici sui social network
Segui PcPrimiPassi sui social network Segui PcPrimiPassi.it su Facebook Segui PcPrimiPassi.it su Twitter Segui PcPrimiPassi.it su YouTube
faq Domande frequenti
download Ultimi Download
Tipi di files Tipi di files su Windows
team Team & Contatti
sviluppo Sviluppo
Versione 4.3 Developed by Stefano Ravagni