PcPrimiPassi.it, portale di informatica per neofiti del computer, home page
PcPrimiPassi.it, portale di informatica per neofiti del computer, home page
sezioniGuide e Tutorial
icona sondaggi Sondaggi
Ti piacerebbe se ti proponessimo delle recensioni di prodotti di informatica ?

Si, leggerei volentieri le recensioni!
72%
Si è un'idea interessante
16%
Non so, dipende dai prodotti
4%
No, non mi fido delle recensioni!
8%
newsletter Newsletter

Iscriviti ora !!!

Rimani aggiornato ricevendo le nostre Newsletter di aggiornamento periodico. <br><b>ISCRIVITI ORA!</b>

Rimani aggiornato ricevendo le nostre Newsletter di aggiornamento periodico.
ISCRIVITI ORA!

dizionario Dizionario tecnico
Cerca un termine
affiliati Siti affiliati
Articoli, guide e tutorial
software

Acquistare,scaricare e installare in modo pulito Windows 8.1 / 10 con meno di 15 €


Vediamo insieme come acquistare una licenza di windows originale in versione digitale con una spesa minima e come fare una installazione pulita del sistema sul nostro computer.

freccia Data di pubblicazione: 30/01/2020
freccia Sezione: Sistema operativo
freccia Difficoltà: MEDIA
freccia Compatibilità: Indipendente dal sistema operativo



Acquistare scaricare e installare in modo pulito Windows 8.1 / 10 con meno di 15 euro

Con la cessazione del supporto a Windows 7 sono in molti a doversi domandare come fare per ottenere un sistema operativo originale più aggiornato e sicuro.

Forse non tutti sanno che oggi è possibile acquistare una licenza originale di Windows 8.1 o meglio ancora Windows 10 con una spesa che va dai 5 ai 15 €.

Risulta quindi subito chiaro come, per prezzi cosi bassi, sia assurdo non pensare di fare un aggiornamento del proprio sistema per godere di una migliore operatività ed una maggiore sicurezza.

La procedura di creazione dei supporti di installazione è stata resa cosi semplice da essere alla portata di tutti mentre quella di installazione vera e propria è talmente automatica che basta rispondere a qualche semplice domanda presentata a video per riuscire ad installare la nuova copia di Windows anche da soli, senza particolari competenze.

In questa guida andremo a vedere proprio tutto questo processo, ovvero nel dettaglio:

  • Come si scarica la nuova copia di Windows
  • Come si crea un supporto di installazione
  • Come si installa la nuova copia di Windows in nostro possesso
  • Come si acquista una licenza a prezzi stracciati
  • Come si attiva la copia di Windows



Scaricare la nuova copia di Windows:


Microsoft mette a disposizione un sistema pratico e veloce per scaricare una copia del sistema operativo desiderato; l'utente deve sostanzialmente solo scegliere la versione.

Al seguente link è possibile scaricare, ad oggi, le copie di Windows 7, 8.1 e 10.

https://www.microsoft.com/it-it/software-download

Questa prima scelta è soggettiva e ognuno può desiderare di scaricare tanto Windows 7 (nonostante la fine del supporto) quanto Windows 8.1 o 10 ma ovviamente il consiglio è di scegliere Windows 10, l'ultima versione esistente sulla quale Microsoft sta puntando moltissimo.

In caso di dubbi è possibile cercare in rete quelli che sono i requisiti minimi dettagliati dei vari sistemi operativi: per semplificare le cose riportiamo qui sotto due piccoli sunti:

Requisiti minimi Windows 10:

Processore: processore da 1 gigahertz (GHz) o superiore oppure System on a Chip (SoC)
RAM: 1 gigabyte (GB) per sistemi a 32 bit o 2 GB per sistemi a 64 bit
Spazio su disco rigido:    16 GB per sistemi a 32 bit, 32 GB per sistemi a 64 bit
Scheda video: DirectX 9 o versione successiva con driver WDDM 1.0
Schermo:800x600
Connessione Internet: Per eseguire gli aggiornamenti e utilizzare alcune funzionalità è necessaria la connettività Internet. Windows 10 Pro in modalità S, Windows 10 Pro Education in modalità S, Windows 10 Education in modalità S e Windows 10 Enterprise in modalità S richiedono una connessione Internet durante la configurazione iniziale del dispositivo (o Configurazione guidata) e un account Microsoft (MSA) o Azure Activity Directory (AAD). La connettività Internet è necessaria anche per uscire dalla modalità S di Windows 10. Scopri di più sulla modalità S qui.
    
   
Requisiti minimi Windows 8.1:

Processore. 1 GHz* o superiore con supporto per PAE, NX e SSE2
RAM. 1 GB (32 bit) o 2 GB (64 bit)
Spazio su disco rigido. 16 GB (32 bit) o 20 GB (64 bit)
Scheda grafica. Dispositivo grafico Microsoft DirectX 9 con driver WDDM


I requisiti minimi sono quindi cosi poco pretenziosi da permettere l'upgrade anche su computer di diversi anni fa; personalmente ho installato Windows 10 PRO su un PC con monoprocessore della classe INTEL CELERON (classe di processori non certo noti per la propria velocità) e 2 GB di RAM e devo dire che sono rimasto piacevolmente colpito dalla discreta qualità di tenuta e velocità del sistema ma una volta installato tutto il necessario questo si è rallentato molto ed è divenuto poco gestibile, pertanto consiglio vivamente di credere poco a questi requisiti minimi e di installare Windows 10 solo su macchine che abbiano una CPU almeno dual core e almeno 3 GB di RAM.

Una volta individuato il sistema operativo da scaricare sarà sufficiente premere il bottone SCARICA ORA LO STRUMENTO.
Sostanzialmente questo link scaricherà sul vostro PC un piccolo file che rappresenta il Media Creation Tool, un software che si occuperà di guidarvi nella scelta della versione del sistema operativo da scaricare sul vostro PC.


Download Media Creation Tool



Alternativa al Media Creation Tool; Windows Iso Downloader:


Per chi gradisse provare o utilizzare un sistema più semplice ed automatico o comunque alternativo è possibile utilizzare un programmino gratuito chiamato Windows Iso Downloader, scaricabile al seguente link:

Windows ISO Downloader


Il tool, che non necessita di installazione, mette a disposizione una pratica interfaccia per scaricare le ISO originali di quasi ogni possibile versione di Windows e di Microsoft Office, aiutando quindi non poco nel processo iniziale.

Windows  ISO downloader

Selezionando il prodotto desiderato si aprirà una nuova interfaccia per la scelta della versione. In questo esempio ho selezionato Windows 10 e come è possibile vedere nella schermata successiva alla voce per la selezione dell'edizione viene data una scelta molto dettagliata della versione da scaricare dove è distinto ogni aggiornamento disponibile per ogni versione scaricabile.

Windows  ISO downloader 2

Una volta confermata la scelta ci sarà chiesto di selezionare una lingua ed infine la versione da scaricare tra 32 e 64 bit. Confermando questa ultima scelta ci sarà chiesto dove salvare il file ISO.

Il processo nella sua interezza è lo stesso di quello del media creation tool ma l'interfaccia è più dettagliata e non occorre navigare tra le pagine del sito di Microsoft; in entrambi i casi i passaggi sono semplici e comprensibili da chiunque, pertanto la scelta è lasciata ad ognuno secondo i propri gusti.




Download del supporto di installazione di Windows con Media Creation Tool:


Una volta scaricato il media creation tool sul proprio PC basterà avviarlo cliccandoci sopra col tasto destro e scegliendo ESEGUI COME AMMINISTRATORE.

Dopo qualche istante di attesa per le operazioni preliminari, dovremo accettare una licenza... facciamolo senza timore, è tutto gratuito.

Ed eccoci alla prima schermata degna di attenzione:

Media Creation Tool 1

Ci viene chiesto se vogliamo:

  • Aggiornare il PC ora
  • Creare supporti di installazione
 
Aggiornare il PC ora serve per installare direttamente la nuova copia di Windows che sarà scaricata dal media creation tool sulla macchina che stiamo usando.
Questo metodo scrive la nuova copia di windows sopra a quella in uso, salvando molti dati degli utenti e corrisponde di fatto al classico aggiornamento.

Purtroppo questo metodo per quanto possa sembrare pratico e semplice non porta ai migliori risultati in quanto non fa una instalazione pulita da zero, andando invece ad installarsi sopra le "ceneri" del precedente sistema operativo, cosa che potrebbe ben presto presentare dei problemi.

N.B. Per la maggior parte dei possessori di una licenza originale di Windows 7 (varie edizioni) è possibile passare la licenza verso Windows 10 gratuitamente ma solamente nella modalità di aggiornamento appena descritta.

Purtroppo come dicevamo l'aggiornamento non è la migliore cosa da fare ma sostanzialmente basta fare l'aggiornamento in modo da poter passare e attivare la licenza su Windows 10... una volta attivata possiamo formattare tutto e reinstallare da zero Windows 10 che però adesso sarà attivato.



La voce Creare supporti di installazione consente invece di scaricare sul proprio pc un file in formato .ISO, ovvero una immagine che una volta masterizzata o montata su una penna USB può fare da supporto di installazione riutilizzabile tutte le volte che vogliamo. I dischi di installazione, oltre a tornarci utili in futuro, ci consentiranno di effettuare quella che è chiamata una "installazione pulita", ovvero cancellare tutto il contenuto del disco del computer e reinstallare ex novo il sistema operativo scelto, ricreando cosi tutte le condizioni di partenza al meglio delle possibilità e senza contaminazioni con problemi che si potrebbero essere creati in passato sul disco stesso.

Scegliamo questa voce e andiamo avanti cosi che ci viene proposta la scelta della versione del sistema operativo, lingua e tipo di architettura.

Media Creation Tool 2

Come mostrato nello screenshot, clicchiamo sulla voce USA LE OPZIONI CONSIGLIATE PER QUESTO PC andando cosi a deselezionarla; questo perchè non è detto che stiamo creando un supporto di installazione per il PC in uso... magari quindi vogliamo cambiare le varie voci presenti.

Impostiamo quindi la lingua e in seguito l'edizione, che in base alla prima scelta sul link di Microsoft proporrà direttamente il sistema operativo corretto, in questo esempio Windows 10.

Per quanto riguarda l'architettura, la scelta dipende dal tipo di processore presente sulla macchina di destinazione.
Ogni processore ha determinate caratteristiche tra le quali anche la capacità di interpretare o meno le istruzioni a 64 bit.

Una versione a 64 bit del sistema operativo consente sostanzialmente di poter sfruttare macchine con oltre 4 GB di RAM e porta ad una maggiore stabilità e velocità globali.
Se non si hanno più di 4 GB di RAM un sistema a 64 bit non è essenziale e può essere scelta la versione a 32 bit, un po più leggera in termini di risorse su disco.

Ormai i processori odierni sono quasi tutti a 64 bit ma in caso di utilizzo su un PC un po datato occorrerà fare una piccola ricerca su internet; sarà sufficiente leggere il nome e modello preciso del proprio processore quindi andare a cercare le caratteristiche dettagliate sul sito del produttore.

Attenzione! un computer può avere un processore a 64 bit ma eseguire una sistema a 32 bit mentre non è possibile il contrario. Pertanto leggere tra le caratteristiche del sistema operativo che si tratta di un sistema a 32 bit, per fare un esempio, non vuol dire che il processore sia a 32 bit ma indica che lo è il sistema operativo in uso.

Per terminare la procedura di creazione della ISO clicchiamo su AVANTI e ci sarà richiesto dove vogliamo salvare l'immagine .ISO che sarà creata; scegliamo un qualsiasi punto del disco fisso (che sia il desktop o altra cartella, basta ricordarsi dove effettuiamo il salvataggio).

Media Creation Tool 3

La procedura di download e creazione impiegherà diverso tempo in relazione alla velocità della connessione internet a disposizione.
Una volta terminata il nostro file ISO sarà presente nella cartella di destinazione scelta.




Creazione del supporto di installazione di Windows:


Per coloro che volessero creare un DVD come supporto di installazione occorre masterizzare l'immagine ISO con un qualsiasi software di masterizzazione.

Chi ci segue sa che su PcPrimiPassi.it consigliamo da sempre CDBurnerXP, relativamente al quale potete trovare una guida completa al seguente link:

Masterizzare in modo semplice con CdBurnerXP



I passaggi da compiere in breve sono semplicemente questi:
  • Aprire il file ISO cliccandoci con il tasto destro e scegliendo APRI CON --> CDBURNERXP, oppure in alternativa aprire CDBURNERXP e aprire manualmente il file ISO appena scaricato.
  • Inserire un DVD vuoto nel masterizzatore (capienza 4.7 GB per la versione singola 32 o 64 bit, da 8.5 GB se avessimo scaricato la versione omnicomprensiva 32 + 64 bit).

Avviare la masterizzazione per creare il supporto ottico contenente tutto il necessario per l'installazione di Windows.

Per coloro che volessero (o non potessero fare diversamente) creare un supporto su pennetta/disco USB, occorre seguire i passaggi seguenti.

  1. Scaricare l'utility RUFUS, gratuita e da usare senza bisogno di installazione.
  2. Collegare la chiavetta al PC.
  3. Avviare RUFUS selezionando la lingua ITALIANA con un click sull'icona del pianeta in basso a sinistra.
  4. Su RUFUS, indicare come dispositivo la propria chiavetta tirando giu il menu a tendina.
  5. Selezionare il file immagine ISO di Windows precedenemente creato con il Media Creation Tool dalla voce SELEZIONA BOOT.
  6. Indicare lo SCHEMA DI PARTIZIONE (UEFI o BIOS a seconda del tipo del tuo BIOS (bios classico o UEFI) e SISTEMA DI DESTINAZIONE...dovremo mettere al sistema di partizione MBR e al sistema di destinazione BIOS O UEFI... in questo modo l'installazione capirà in autonomia quale sistema utilizzare.
  7. Digitare una etichetta del volume (opzionale)... in sostanza dare un nome alla pennetta USB utilizzata.
  8. Cliccare su AVVIA per dare inizio alla scrittura su chiavetta del sistema operativo scaricato come file ISO.




Installazione pulita di Windows con la iso creata:


Una volta che abbiamo a disposizione il nostro supporto di installazione, andiamo ad eseguire una installazione pulita di Windows, intendendo con questa terminologia una installazione da zero, che non risente della presenza del vecchio sistema operativo che anche qualora presente andremo a cancellare definitivamente.

Detto ciò appare chiaro che occorre salvare tutti i dati che desideriamo mantenere in quanto tutti i dati saranno cancellati dai passaggi che seguiranno.

Il primo passaggio consiste nel riavviare il sistema operativo con inserito il DVD di installazione creato poco fa (o la chiavetta USB avviabile con la ISO al suo interno trattata come descritto attraverso RUFUS)

Ricordo a chi non lo sapesse che il BIOS del proprio computer deve essere predisposto affinchè nella sequenza di avvio siano contemplate le unità DVD ROM e USB prima del disco rigido, altrimenti si avvierà sempre e comunque il sistema caricato nel disco rigido stesso.
Per chi non sapesse come fare ecco quà un nostro articolo che potrebbe aiutare.

Impostare la sequenza di avvio del BIOS (boot sequence)

Riavviando il computer con DVD o USB avviabile inseriti e BIOS impostato correttamente, quello che vedremo dopo qualche istante è un messaggio che ci chiede di premere un tasto per avviare da CD/DVD (per chi avesse usato tale modalità); ovviamente premiamo il tasto confermando tale volontà.

Fatto cio' vedremo quanto mostrato nella seguente schermata che a solo titolo esemplificativo riguarda l'installazione del sistema Windows 10.

Installazione pulita windows 10

Teoricamente non dovremo selezionare niente ma se la lingua o il formato ora e valuta non fossero corretti è possibile agire apportando le opportune modifiche, quindi premiamo AVANTI.

Nella seconda schermata andremo a premere il bottone INSTALLA.

Installazione pulita windows 10 step 2

Successivamente ci sarà presentata una schermata dove dovremo selezionare la versione del sistema operativo che intendiamo installare. Selezioniamola (anche in base alla eventuale licenza a nostra disposizione di cui parleremo più avanti) e clicchiamo ancora su AVANTI.

Installazione pulita windows 10 step 3

Nello step successivo occorre specificare se vogliamo AGGIORNARE il sistema o PERSONALIZZARE l'installazione.

Installazione pulita windows 10 step 4

Nel primo caso il nuovo sistema operativo sarà caricato sopra ai dati già presenti del disco; ovviamente alla fine della procedura sarà il nuovo sistema quello che sarà mantenuto in uso ma i files eventualmente presenti nel disco fisso non saranno toccati e l'utente potrà cosi salvarli in un secondo momento. Generalmente viene creata una cartella denominata WINDOWS.OLD contenente i vecchi dati presenti sul disco. Una volta appurato che il nuovo sistema gira correttamente e dopo aver fatto i backup del caso, questa cartella potrà essere rimossa.

Nel secondo caso invece potremo andare ad agire in profondità sulle impostazioni della nuova installazione; quello che andremo a fare in questa guida è una installazione pulita, ovvero cancelleremo tutto il contenuto del disco e installeremo la nuova copia di Windows senza  preoccuparsi di eventuali problemi che ci potremo portare dietro mantenendo i dati precedenti.

Selezioniamo quindi l'opzione PERSONALIZZATA

Ci sarà presentata la possibilità di gestire le partizioni del disco dove installare Windows.
In questa fase è particolarmente importante distruggere le precedenti partizioni utilizzate in passato, se presenti. Questo per ripartire da zero, senza trascinarci dietro eventuali conflitti memorizzati da sistemi operativi precedenti.

Per ottenere questo risultato dovremo selezionare tutte le partizioni del disco primario (generalmente identificato con la lettere C:\), una ad una, ed eliminarle con il tasto ELIMINA.

Possiamo invece non toccare un eventuale secondo o terzo disco (fisicamente presente si intende) qualora presente se utilizzato come unità di stoccaggio dati, ovvero che non contiene il sistema operativo. Questi dati resteranno su tali dischi e saranno poi disponibili sulla nuova copia di Windows che andremo ad installare sul disco principale.

Pertanto, per ribadire il concetto, selezionare ed eliminare tutte le partizioni del disco primario fino a che si ottiene una situazione dove risulta presente sul disco solo dello spazio non allocato.

Installazione pulita windows 10 step 5

Una volta raggiunta tale condizione possiamo cliccare su NUOVO per ricreare la partizione che ospiterà il sistema operativo; notare che in realtà saranno create due partizioni, una molto piccola necessaria per la tabella di allocazione file di sistema, l'altra di una dimensione a nostra scelta... ci sarà infatti richiesto di specificare una dimensione per la nuova partizione ... lasciando inalterato il valore verrà creata una partizione pari allo spazio totale rimanente del disco.

Cliccando ancora su AVANTI si darà definitivamente inizio all'installazione della nuova copia di Windows.

La procedura impiegherà diversi minuti a seconda della velocità del computer in uso; al termine, dei chiari e semplici messaggi a video ci guideranno nel completamento della configurazione di sistema che riguarderanno le impostazioni per la rete WIFI, volontà di usare l'assistente vocale di Microsoft, tastiere con layout personalizzati, microfoni e cose simili, comunque tutte opzionali e che possono essere saltate a discrezione dell'utente.

Facciamo notare che durante l'installazione il computer potrebbe riavviarsi più volte. Quando Windows è pronto per essere eseguito saremo avvertiti da alcuni messaggi a video.

E' probabile che già in questa fase ci venga chiesto di inserire una licenza originale. NON INSERIAMO NIENTE in questa fase, lo faremo successivamente da un apposito menu.




Acquisto della licenza originale in formato digitale a prezzo ultraconveniente:


Veniamo ora all'ultimo punto di questa nostra guida che riguarda come acquistare una licenza originale di Windows (10 in questo caso) a prezzi molto molto convenienti.

Molti penseranno, come facevo io fino a pochi giorni fa, che una licenza originale si aggiri sui 150 € e oltre.

Ovviamente esistono anche licenze originali a questi prezzi, ma si tratta di versioni su supporto ottico, package originale etc etc.

Non molti sanno che da quando hanno preso piede le nuove licenze digitali (chiamate ESD) i prezzi sono crollati e accessibili a tutti.

Si tratta di licenze in cui non è previsto alcun supporto fisico, cosa che già abbassa il prezzo, e che vengono spedite per posta elettronica come una classica stringa alfanumerica, perchè di fatto questo è una licenza, ovvero un codice speciale fatto di numeri e caratteri che identifica una licenza univoca di un prodotto.

Sono inoltre molti i grandi fornitori che acquistando grandissimi quantitativi di licenze dalla stessa Microsoft si aggiudicano prezzi molto vantaggiosi che poi si riversano anche sull'acquirente finale.
Per lo più si tratta di colossi dell'informatica che le acquistano per inserirle di default nei computer assemblati in azienda e poi venduti ai consumatori... proprio per questo acquistano grandi lotti che fanno crollare i prezzi.

Niente di illegale dunque, di fatto licenze perfettamente originali... a patto ovviamente di prenderle su alcuni store online affidabili.

Sotto questo punto di vista non possiamo che consigliarvi di fare qualche ricerca su Amazon, dove personalmente ho acquistato 2 licenze originali di Windows 10 PRO al prezzo di 8 e 10 €... niente male vero ??!!

Di seguito ecco lo screenshot di una offerta che ho catturato oggi su Amazon ... il prezzo è leggermente più alto ma se ci stiamo dietro la superofferta sicuramente arriverà presto!

Licenza originale windows acquisto online

Con prezzi cosi vantaggiosi non esistono più scuse per non restare nella totale legalità e usufruire cosi di un sistema moderno e aggiornato senza possibilità di intoppo alcuno.



Non c'è solo Amazon nel mondo per cui il mio consiglio è: cerchiamo dove vogliamo ma scegliamo sempre rivenditori affidabili, possibilmente che offrono una copertura in caso di frode (rimborso) e guardiamo sempre i commenti di chi ha già acquistato il medesimo prodotto o similare dallo stesso rivenditore... se i giudizi sono entusiatici allora andiamo tranquilli!




Vari tipi di licenze software:


Senza voler fare un discorso troppo lungo all'interno di questa guida, avvisiamo tutti i nostri utenti che esistono licenze softwares di diverso tipo e ovviamente potrebbero adattarsi in maniera differente alle nostre esigenze... conseguentemente a questo potrebbero essere più o meno costose anche se riguardanti lo stesso sistema operativo.

Di seguito un breve escursus:

  • Licenze OEM: una licenza di Windows in versione OEM è legata indissolubilmente ad un solo PC. Questo significa che se per qualche motivo non vuoi più utilizzare quel PC, poi non ti sarà più possibile utilizzare lo stesso codice Product Key di Windows su un diverso computer. Inoltre, qualora volessi cambiare alcune componenti probabilmente quella stessa licenza non potrà più essere utilizzata neanche sullo stesso computer. In particolare cio' vale per la sostituzione di componenti fondamentali come la scheda madre mentre invece per cambiamenti meno radicali, come cambiare scheda video, hard disk o memoria RAM, molto probabilmente, la licenza Windows OEM continuerà ad essere valida.
  • Licenze Retail: una licenza di Windows in versione retail è una tipologia di licenza che consente di essere installata su un qualsiasi PC, permettendo in caso di necessità di essere spostata da un computer ad un altro senza incorrere in alcun tipo di problema. Questo però non significa che puoi installare la stessa versione di Windows contemporaneamente su più computer, ma soltanto che, una volta disinstallato Windows e/o Office dal vecchio PC, quella stessa licenza potrà poi essere usata su un qualsiasi altro computer senza andare incontro ad alcun problema.
  • Licenze ESD: una licenza di Windows in versione ESD (electronic software distribution) è una tipologia di licenza che la Microsoft offre in formato digitale senza l’ausilio di alcun supporto fisico, abbattendo così i costi dovuti ad imballaggi e spedizioni. Il vantaggio principale di una licenza ESD è indubbiamente il suo prezzo che, a seconda dei casi, può anche arrivare a costare solamente tra i 5 e i 20 euro. Il problema in questi casi è verificare l’effettiva utilità del codice Product Key di questa tipologia di licenze.



Come attivare la licenza acquistata:


Molto semplicemente clicchiamo su START, scriviamo il testo "attivazione" e premiamo invio; comparirà una finestra all'interno della quale dovremo individuare la voce della attivazione,
più precisamente CAMBIA CODICE PRODUCT KEY.

Attivazione licenza Windows 10

Premendo su tale voce si aprirà un box per l'immissione del proprio codice di licenza. Facciamo attenzione a digitare correttamente tale codice in quanto essendo molto lungo è facile sbagliarsi.

Attivazione licenza Windows 10 step 2

Accertiamoci di avere una connessione internet (wifi o via cavo) attiva sul pc in questione e confermiamo la volontà di attivare la copia di Windows.

Se tutto è andato per il meglio un messaggio ci confermerà che l'attivazione è andata a buon fine.




Conclusioni:


Abbiamo visto come aggiornare il proprio sistema operativo in maniera legale e senza grandi spese analizzando nel dettaglio ogni singolo step.
Da questo momento non ci sono più scuse per non dotarsi di un sistema operativo originale e godere dei tanti vantaggi che questo comporta.

Nella speranza di aver fatto un articolo utili vi saluto e vi aspetto alla prossima guida!

Stefano Ravagni

 



Commenti a questa guida

Inserisci il tuo commento
(Non serve la registrazione, solo la tua email per confermare il commento!)


Utente:
Email:
(questo dato rimane privato e criptato sul database)
Commento:


CODICE DI VERIFICA:

Scrivi il risultato della seguente operazione in base al valore dei due dadi:

+


RISULTATO:


Informativa sulla privacy


Ho letto l’informativa Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

I dati personali richiesti (indirizzo email, nominativo) saranno utilizzati unicamente per poter visualizzare il tuo commento e rispondere al messaggio in maniera cortese e non saranno diffusi o comunicati a terzi.

L'indirizzo IP di chi commenta viene memorizzato al solo fine di tracciare l'avvenuto consenso espresso. Ricorda di non inviare dati sensibili nel messaggio!!!

ACCONSENTO



Presenti 0 commenti

Mostra altri commenti


cerca Cerca nel sito
Cerca in:
In base a:
sostienici Sostienici !
condividi Social Network
Seguici sui social network
Segui PcPrimiPassi sui social network Segui PcPrimiPassi.it su Facebook Segui PcPrimiPassi.it su Twitter Segui PcPrimiPassi.it su YouTube
faq Domande frequenti
download Ultimi Download
Tipi di files Tipi di files su Windows
team Team & Contatti
sviluppo Sviluppo
Versione 4.3 Developed by Stefano Ravagni